dima
  • Pre-visioni

    Ogni immagine fotografica nasce dalla combinazione di coordinate spaziali e temporali, da una profondità di campo e da un tempo di esposizione. Se nella tradizione fotografica il dato spaziale è stato e viene tutto'ora ampiamente esplorato, il dato temporale viene spesso trattato subordinatamente. Da questa riflessione sulla produzione fotografica ha origine il libro Pre-visioni, per giungere al tempo come luogo di ogni narrazione, delle storie passate che si rimescolano nella memoria individuale e collettiva, e delle storie possibili, le storie future. Il futuro, il segmento del tempo ancora incompiuto, ipotetico, riveste un ruolo fortemente simbolico in tutte le culture, che con le strategie più diverse, magiche o scientifiche, tentano di prevederlo e, così facendo, di controllarlo. Il futuro è il luogo dei timori e delle speranze del presente. "Ogni riflessione sul nuovo è tributaria di un interrogativo sulla libertà" (M. Augè). Il progetto è organizzato in forma di libro, in cui anche i testi sono fotografie e viceversa. I tre capitoli sono: 1.Tempo, 2. Previsioni, 3. Oracolo.